Politica per la comunità

Il Gruppo Generali svolge un ruolo attivo per contribuire in vario modo al miglioramento delle comunità in cui è insediato.

Politica per la comunità

Sviluppare rapporti con le comunità in cui sono insediate rappresenta da sempre una delle priorità delle società del Gruppo, che ha costruito la propria crescita nei nuovi territori valorizzando le capacità locali.

Il personale delle società acquisite, così come quello delle società di nuova costituzione, è di regola del luogo; ne consegue che l’espansione e l’affermazione di Generali nel mondo hanno sempre rappresentato un fattore di crescita per le economie dei territori di insediamento.

Il ruolo propulsivo del Gruppo non si limita all’ambito economico, ma si estende anche a quello sociale, dove, come dichiarato nel Codice di Condotta, Generali vuole contribuire in modo concreto a uno sviluppo basato sul rispetto dei diritti umani fondamentali e del lavoro, e alla tutela ambientale.
Nelle comunità di riferimento il Gruppo svolge un ruolo di cittadinanza attiva supportando con fondi, competenze e altre risorse aziendali le organizzazioni pubbliche e private impegnate a migliorarne le condizioni di vita con iniziative in ambito sociale, culturale, ambientale e sportivo.

In particolare, nei momenti di crisi profonda e persistente come quella attuale il Gruppo cerca di rafforzare gli interventi volti a dare aiuto a chi ha maggior bisogno e a mitigare le ricadute negative a livello sociale.
Le società del Gruppo collaborano attivamente con le istituzioni pubbliche, sia nazionali sia locali, nella realizzazione di singoli progetti; la collaborazione è particolarmente frequente con le autorità scolastiche, con cui di norma vengono organizzate le iniziative che si rivolgono alle scuole, e con il Ministero degli Interni e la polizia nazionale e/o locale, al cui fianco si opera nelle campagne di educazione stradale.

Il Gruppo svolge un ruolo importante anche nelle emergenze, ad esempio al verificarsi di eventi catastrofali quali alluvioni e terremoti quando, oltre a impegnarsi a rendere disponibili ai clienti gli eventuali indennizzi in tempi il più possibile brevi, interviene nei primi soccorsi e/o partecipa alla ricostruzione soprattutto con la realizzazione di infrastrutture sociali come scuole, ospedali e case di riposo.